Serie A

PRATO SESTO - CUS RUGBY PERUGIA 57 - 17

PRATO SESTO - CUS RUGBY PERUGIA 57 - 17
La Barton Cus Perugia delude a Prato.

 

La Barton Cus Perugia delude a Prato. La squadra di coach Andrea Tagliavento, anche nella seconda giornata del campionato nazionale di rugby maschile di serie A (girone 2), perde e non riesce ad entrare in partita. Domenica nera, quindi, per i biancorossi che incassano così un cocente 57-17. Eppure Prato Sesto è la squadra che la Barton aveva affrontato lo scorso anno in serie B e contro cui aveva vinto una partita (con il punteggio di 19-8) e persa un'altra (10-16). La stessa formazione, a grandi linee, che la scorsa stagione aveva chiuso il girone della regular season dietro ai perugini. Ma ieri a Prato la situazione è stata diversa. La compagine del leader Rima Wakarua, che da solo ha segnato circa 20 punti, è scesa in campo con molta più grinta e determinazione di quella di Marco Bresciani. Prato ha approfittato degli errori commessi dai grifoni che hanno quasi sempre giocato con un uomo in meno in quanto hanno avuto due cartellini gialli e, al 20' del secondo tempo, uno rosso per doppia ammonizione di Davey. Non solo. I padroni di casa hanno giocato ordinati e hanno fatto la loro partita. Ottimi i registi del Prato Sesto che hanno gestito in maniera impeccabile la loro squadra. Nulla da dire se non che la Barton Cus Perugia di certo non ha giocato come avrebbe potuto fare. «Probabilmente ho sbagliato tutto», commenta amareggiato a fine partita Federico Bevilacqua, direttore generale del Rugby Perugia. «La nostra squadra - prosegue - non è da serie A perché non vedo la voglia dei giocatori di disputare questo campionato. Solo alcuni di loro provano ad essere di categoria. Se continuano così la salvezza è molto lontana». «Sono rimasto a Perugia e non ho visto la partita - dichiara anche il presidente biancorosso, Alessio Fioroni - ma da quello che mi hanno detto i presenti la squadra è stata al di sotto delle aspettative e dei normali standard. Certo è, che se un risultato del genere rispecchia il reale andamento dell'incontro, devono aver giocato proprio male. Evitando qualsiasi isterismo e allarmismi fuori luogo, in settimana dovremo ragionare seriamente sulle cause e sulle immediate soluzioni. Una cosa è affrontare un campionato divertendosi, senza il risultato ad ogni costo, un'altra è perdersi in prestazioni come quella di Prato». Grande delusione, quindi, in casa biancorossa. Di certo sarà dura per coach Andrea Tagliavento riprendere in settimana le fila della sua squadra per cercare di tirare fuori il meglio in vista della prossima partita in programma domenica prossima sul campo casalingo di Pian di Massiano. Avversaria di turno sarà il Cus Torino.  VEDI LA PHOTOGALLERY e RISULTATI
(Luana Pioppi)

Ragazze serie A